mercoledì 28 luglio 2010

Le mie melanzane sott'olio

Mia madre ogni anno aveva l'abitudine di preparare le melanzane sott'olio per tutta la famiglia e io adoravo quelle melanzane, mmmmmmm ottime!!!


Non mi sono mai interessata  veramente a vedere il procedimento per prepararle, tanto c'era lei che le faceva
e..... io non mi sono mai presa la briga di imparare....

Dall'ultima volta sono passati un po' di anni, 11 e mezzo per l'esattezza, ma il ricordo di lei è sempre costantemente con me.... a volte mi pare che basti una telefonata per chiederle, come facevo spesso, "Ma' ma com'è che se faceva quel...." Era il mio modo di iniziare le nostre telefonate e.... quanto mi manca....


Vabbè.... per tornare a noi... come dicevo, erano anni che nessuno preparava più queste melanzane, perchè io non avevo la ricetta e quelle fatte da persone vicino a me, non hanno nemmeno la più piccola possibilità di essere altrettanto buone!!!
Poi, per caso, ho trovato chi le prepara nello stesso modo in cui le faceva lei e ho voluto provare.... quattro melanzane, giusto per.....
Il successo è stato strepitoso, in famiglia sono piaciute tantissimo e adesso voglio dividere con voi questo procedimento.

Occorrente:
1 barattolo vuoto, ben pulito e asciutto
4/5 melanzane per barattolo da 400 gr
sale grosso (anche fino va bene) qb
aceto di vino bianco (tranquille, a prodotto finito non si sentirà affatto, ve lo assicuro!) qb
olio evo qb
3 spicchi di aglio
origano
 Procedimento:
Prendere le melanzane, privarle della parte superiore e caparle accuratamente.
Tagliarle prima a fette nel senso della lunghezza e poi a striscioline non molto lunghe 3/4 dita di altezza andranno benone e disporre uno strato in una insalatiera. Spolveratele con il sale grosso, una manciatina, innaffiare leggermente con l'aceto e preparare un'altro strato nello stesso modo, fino a terminare le melanzane.

A questo punto io metto l'insalatiera nella vasca del lavandino (eventuali fuoriuscite finiranno direttamente nell'acquaio) copro con un piattino più piccolo di diametro dell'insalatiera, e ci pongo sopra un peso in modo da schiacciare le melanzane.
Molti usano uno scolapasta per mettere le melanzane, ma io lo sconsiglio per non perdere l'aceto che le "cuocerà".
Di solito è un lavoro da preparare di pomeriggio. La sera, prima di andare a dormire, io ricontrollo l'insalatiera e butto il liquido in eccesso, senza esagerare. La mattina seguente un nuovo controllo per togliere altro liquido che potrebbe essersi formato, ma sempre senza esagerare.
Il pomeriggio mi dedico nuovamente alle mie melanzane e munita di uno schiacciapatate



"strizzo" accuratamente le melanzane. Mi raccomando, è essenziale che siano strizzate fortemente!!
Una volta ottenuto i miei "dischi" di melanzana, le allargo bene e poi inizio a metterle nel barattolo.



Sopra ogni strato abbastanza spesso di melanzane inserisco uno spicchio di aglio tagliato a pezzettini, una manciatina piccola di origano e se piace un pezzettino di peperoncino. In genere, quest'ultimo, io lo evito proprio. Una volta riempito il barattolo con le melanzane, finisco di riempirlo con l'olio avendo cura di farlo giungere anche sotto, magari spostando un pochino le melanzane con una posata e poi rispingerle verso il basso fino ad essere coperte con l'olio.
Tutti sapranno che è essenziale per qualsiasi prodotto sott'olio che questi ricopri interamente il contenuto per evitare muffe.
Chiudere il barattolo e aspettare due o tre giorni per poterle consumare.

Si, avete capito bene, sono pronte praticamente da subito, ma se volete farle insaporire un pochino con gli aromi messi aspettate un paio di giorni prima di assaporarle.
Il risultato è garantito. Provare per credere!!!!!
E poi fatemi sapere, mi raccomando!!!! ;)



P. s.  Le foto non sono di nostra proprietà, sono state tutte reperite nel web. 

20 commenti:

Uapa ha detto...

Prima di tutto un abbraccio forte, cara Penny :-*
Tua mamma è sempre con te, l'amore che provi per lei è una cosa bellissima e traspare da ogni tua parola :-)
Ed ora, la golosona che è in me non può più resistere!
Adoro le melanzane preparate così SLURP SLURP YUUUM °ç°

raggioverde ha detto...

Buonissime. Anche noi le facciamo con procedimento + o - simile al tuo. Però per strizzarle siamo muniti di un aggeggio (il torchietto, non so se è il nome ufficiale o no) che ha la forma del torchio che strizza i raspini di uva per fare il vino, ma di dimensioni molto ridotte. Davvero non si ha idea di quanta acqua butta fuori. Noi a volte le facciamo anche bollire (giusto un bollore), poi le fai raffreddare, le strizzi e condisci in identico modo. Ciao e buon appetito (con le melenzane ovvio). Giusy.

Daniela ha detto...

Adoro le melanzane sott'olio!!!...ho imparatao a mangiarle quando ho conosciuto mio marito che è di Caserta.Mia suocera le fa tutti gli anni,io non ho mai provato perchè il procedimento mi sembrava troppo laborioso.Lei dopo averle tagliate a striscioline le scotta nell'aceto e poi le fa sgocciolare al sole per un giorno intero....
toglimi una curiosità,cos'è l'olio "evo"?

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

@ Uapa. Grazie dell'abbraccio, è fortemente ricambiato.
Sì, hai ragione, la mia mamma è sempre con me... nonostante tutto!
E... per la golosona che è in te (per non parlare di quella che è in me!!): Evviva le melanzane!!!
Io le adoro!!!!
@ Giusy: Ad averlo un torchietto!! Si risparmierebbe un po' di fatica!!!
Comunque anche senza bollitura sono ottime lo stesso, prova!
@ Mia madre era di Salerno e in teoria il procedimento avrebbe dovuto essere simile, ma a quanto pare basta cambiare città per avere un'altra modalità di preparazione. Se ti va di provare, fai come ho fatto io, con quattro melanzane, e poi fammi sapere. E' molto veloce come preparazione e per niente elaborata.
Per olio evo si intende Extra Vergine Oliva e v o o evo è l'abbreviazione usata in moltissime ricette soprattutto sul web.

@ tutte: Grazie per aver commentato! un abbraccio.

Crafty Sue ha detto...

Ciao Penny!
Mi piace la nuova veste del blog è molto bella.
Anche mia suocera è della provincia di Salerno e lei le fa proprio nella stessa maniera che hai descritto... sono deliziose.
Sue.

lafamevienmangiando ha detto...

cara penny...la tua mamma e' sempre li' con te....lo dimostra anche il fatto che ogni cosa ricorda ti lei...in questo caso la preparazione delle melanzane!!!!questo e' un modo per ricordarti che e' sempre con te!!!io faccio cosi col mio papa'...ormai sono 22 anni che tiene la mano apoggiata sulla mia spalla!!!!..anche la mia mamma fa le melanzane come le tue!!!!per il momento lascio il lavoro a lei..anche se ho "ben inculcato" tutto il procedimento....queste sono cose che si tramandano da bisnonna a nonna,da nonna a mamma,da mamma a figlia e cosi via!!!!che bello,no???!!!!bacibaciotti

stella ha detto...

Ottima ricetta, grazie!

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

@ Sue: E' vero, la veste grafica è molto bella, ma per questa devo ringraziare Azzurra di Grafic Scribbles, se ti capita di passare nel suo blog vedrai delle vere meraviglie! Il link al suo blog lo trovi sulla sidebar, se ti interessa! ;)
Tua suocera è della provincia di Salerno? A dire il vero anche mia mamma lo era, ti va di dirmi di dove è tua suocera? Magari i posti sono anche vicini :D
E' vero, sono deliziose.... e ti dirò, mi mancavano molto come sapore....
bacio.

@ Cla: Se non ricordo male anche tu sei Campana.... quindi, in fin dei conti, la ricetta ritorna!
Molto bella l'immagine che mi dai di tuo padre, che ti tiene la mano sulla spalla.... bella e tenera!
Hai ragione, queste sono ricette che dovrebbero essere trasmesse da madre a figlia di generazione in generazione ed io ho rischiato di perdere questa. Sono davvero strafelice di averla ritrovata... sono convinta che ci sia lo zampino della mia mamma.... sbaglierò, ma.....
Baciotti anche a te!

@ stella: Sei una persona deliziosa, non manchi mai di lasciarmi un tuo commento, mi fai davvero felice! Sono contenta che la ricetta sia di tuo gradimento e spero che la metterai in pratica!
Un abbraccio.

Dona ha detto...

Ciao Penny... Quante novità nel tuo blog! Mi piace!!!! E....
MMmmmmm buone le melanzane! Tanto tanto tanto tempo fa le preparavo anche io e il procedimento che seguivo è simile alla tua ricetta: l'unica differenza non usavo lo schiacciapate... asciugavo le fette di melanzana con degli strofinacci da cucina. Usavo gli stessi gusti e.... mamma mia... è possibile avere l'acquolina alle 8 del mattino? ^___*

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

Ciao Dona! Sono contenta che ti piaccia il nostro nuovo vestitino ;) grazie.
...e per l'acquolina alla bocca alle 8 del mattino.... beh, si, è possibile, se parliamo di cose buonissime, come le melanzane, appunto!!! ;)
Un bacio.

federica ha detto...

DELIZIOSA TANTO TANTO QUESTA RICETTA DI GUSTO E DI CUORE!!!
UN ABBRACCIO VIRTUALE MA TANTO SENTITO STA ARRIVANDO DA TE..
:)
FEDE

lafamevienmangiando ha detto...

penny...sono calabrese....sempre meridionale,comunque!!!!a presto!!!!bacibaciotti

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

@ Federica: Lieta che ti piaccia! Un grandissimo abbraccio virtuale anche a te!!!!
@ cla: il mare mi ha confuso.... perdona l'errore, comunque io adoro tutta l'Italia, soprattutto le sue sfumature.... ;)
baci anche a te!

Alessandra ha detto...

Cara Penny...sai? Anche a me capita la stessa cosa che succede
a te...alcune volte ancora mi viene da telefonare...per raccontarle un po' di cose...qualcosa di bello per gioirne insieme o di brutto per farmi consolare! Non può rispondermi, ma sono certa che c'è!
Proverò le tue malenzane, che m'ispirano moltissimo!!! Un abbraccione!

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

Si, c'è. Si dice che le persone non muoiano mai veramente finché ci sarà qualcuno che penserà a loro. E sono sicura che è vero.... ma quanto è triste non poterci più parlare veramente!!!!
Prova le "mie" melanzane e poi fammi sapere davvero cosa ne pensi!
Un abbraccio grandissimo.

tamyca ha detto...

complimenti per la pagina...passavo per caso, mi fa piacere conoscere persone nuove...a presto ciao :)

Universo das Artes ha detto...

Bom Dia
Amiga

Tem um selinho no meu blog pra vc.
Beijos

Penny "Il mondo in due Penny" ha detto...

@ tamyca: anche a noi fa piacere conoscere persone nuove, ti verremo volentieri a trovare nel tuo blog!
@ Universo des artes: Bom dia para você, amiga.

Tina ha detto...

Ero alla ricerca della ricetta delle melanzane sott'olio...ma sono stata colpita dal ricordo della tua mamma, perchè è lo stesso mio pensiero..a volte mi capita di voler fare i gesti che facevo quando lei era ancora in questo mondo : telefonarle appena tornata a casa o cose simili...anche se le parlo e so già cosa lei risponderebbe!...grazie per la ricetta, le farò e però essendo una patita del botulino...nel senso che lo temo, anche se faccio tutto a regola io le mangio subito o durante la settimana (come faccio per le zucchine) e metto il vasetto in frigo...Buon Anno a te!Tina

Penny "Il mondo in due Penny" ha detto...

@ Tina..... ti prego
di scusarmi, ma avevo proprio perso il tuo commento e mi dispiace molto!!!
E' vero, non avere più mia madre qui con me, in questo mondo, non vuol dire dimenticare i gesti che ero solita fare quando ancora c'era e ti garantisco che non passa giorno, nemmeno uno, che io non pensi a lei almeno una volta, magari l'ultimo pensiero prima di dormire, raccomandandomi a Dio affinchè possa Lui vegliare il suo riposo eterno......
Veniamo a discorsi più allegri.... Hai provato le melanzane? Come sono andate, ti sono piaciute? Comunque vai tranquilla, l'importante è tenerle ben bene sommerse dall'olio, noi le nostre, fatte appunto nell'estate del 2010, sono finite giusto un paio di mesi fa e purtroppo questa estate, a causa di una serie di eventi spiacevoli che non sto nemmeno a citare, non ho avuto nè il tempo nè la possibilità di riprepararle ed ora in famiglia aspettano la prossima estate per godere ancora di questa delizia....
Un caro saluto e buona Pasqua ;D

Se ti va di lasciare una traccia del tuo passaggio, questo è il posto giusto!

Firmate il nostro libro degli amici.... ne saremo davvero contente

Articoli correlati

Blog Widget by LinkWithin