martedì 16 giugno 2009

Ma vale veramente la pena di ridursi così?

Nella home page di libero, ieri si leggeva questo articolo: Vogue "ritocca" le top magre . Al contrario di quanto verrebbe naturale pensare, e cioè che "ritoccano" le m0delle per togliere loro quel chilo di troppo, in un mondo dove, se non si è supermagre, non si è nemmeno prese in considerazione, si rimane davvero stupefatti a scoprire che il photoshop viene usato per mettere addosso alle modelle qualche curva in più
La colpa è degli stilisti? Questo è quanto sembrerebbe affermare la direttrice di Vogue, la Sig. Shulman: "A volte per rendere guardabili le modelle troppo ossute dobbiamo ricorrere a Photoshop. Gli abiti che inviano gli stilisti sono troppo piccoli perfino per modelle come Naomi Campbell, Linda Evangelista o perfino la magrissima Kate Moss - neanche loro riescono più a indossarli" e quindi questo spingerebbe le modelle a dimagrire sempre di più per riuscire ad entrare in questi vestiti, rendendo le loro figure, già androgine, a mio parere, in scheletri ambulanti.

Io sono mamma di due ragazze e, per fortuna loro e mia, non hanno mai avuto problemi con il cibo, non perlomeno dal punto di vista anoressia, ma penso a quante madri hanno dovuto lottare con la paura di perdere le proprie figlie a causa di questo "male"... quel che è peggio, sembra che invece di uscirne fuori, dopo tutte le campagne contro l'anoressia, anche i ragazzi comincino a cadere dentro questo circolo vizioso.... ma dove sono andate le forme, donne come Sofia Loren o la Gina Lollobrigida, ormai lontane anniluce dalle nostre realtà, hanno fatto girare milioni di teste in tutto il mondo e qualche chilo in più sulle ossa, distribuito ai punti giusti, era quello che intrigava gli uomini rendendole delle vere bombe sexy.... adesso, mi chiedo, per essere sexy, bisogna ridursi a scheletro, ma questi stilisti, che cosa vogliono? Il loro problema dove è? Io avrei una mezza idea, ma preferisco pensare che il loro estro si rispecchia nei loro modelli, e per poter presentare vestiti che starebbero bene solo a manici di scopa, vogliono vestire appunto dei manici di scopa altissimi... non sarebbe forse il caso, cari stilisti, di pensare che le donne, per loro natura, dovrebbero essere morbide e non davvero spigolose come queste povere ragazze?
Mi viene soprattutto da ridere, ovviamente è sarcastico, pensando che qualche (troppi!) anni fa, quando da una taglia 48 passai ad una taglia 44 prima di sposarmi, avevo raggiunto il cielo con un dito, mi sentivo bella come non mai.... rotondetta lo ero sempre stata, ma ero finalmente magrissima... oggi, invece, una taglia 44 rientra nelle taglie forti.... ma vi rendete conto? una 48 appartiene ad una persona obesa.... ma scherziamo? Basti davvero pensare al film "Il diavolo veste Prada" e ci rendiamo conto che quello che può sembrare solo finzione cinematografica, alla resa dei conti rispecchia solo quello che è la realtà d'oggi!

8 commenti:

Crafty Sue ha detto...

Mamma mia !!!!!
La seconda foto sembra uscita dal film A Nightmare before Christmas.... ma quei personaggi erano soltanto cartoni animati.
Ciao,
Sue.

Due Penny ha detto...

eh già, è proprio vero! quelle povere ragazze mi fanno proprio pena!!!!!

Veggie ha detto...

L'anoressia non è solo fisicità... anzi, è quasi tutto tranne che fisicità... Quello dell'aspetto fisico è il luogo comune diffuso, ma c'è ben poco di vero in questo... L'anoressia è tutta una cosa mentale... una ricerca non di magrezza e di bellezza, ma di sentirsi a proprio agio... Magari fosse solo l'aspetto esteriore il problema... sarebbe molto più facile venirne fuori...
Lo dice una che dall'anoressia c'è passata e ci sta ancora combattendo...

Due Penny ha detto...

Sicuramente è una cosa mentale, il guardarsi allo specchio e vedersi enormi è sicuramente una delle molle che spingono le ragazze a non mangiare, perchè non stai bene con te stessa.... Ti auguro di uscirne fuori alla grande, te lo auguro davvero con tutto il cuore!

Radiosa ha detto...

ciao penny,, mi fannoprorpio pena perché comprendo il motivo futile per cui lo fanno .. ma non solo il problema é* molto piu grave del fattodi poter far carriwera o soldi é una questione di scopi della vita lo scopo della nostra vita non é morir di fame per apparire ma é amare ed amrsi non trascurando il dono di Dio che tra i tanti doni cé anche il corpo... che é meraviglioso e non si può e non si deve trattarlo cosi un bacione tammaris in radiosa!!!

bombamagagna ha detto...

vorran risparmiare stoffa..bah, inducono ad ammalarsi persone che magari non sono malate di anoressia :(

mary ha detto...

E sì è proprio triste ma solo chi la vive e purtroppo si è adattato a quel mondo può capire quello che c'è dietro alle ossa che spuntano e ti fanno sentire tranquilla...
sono anch'io una di quelle...non una modella però...ormai da 20 anni...e non è solo questione di estetica..lo sai che così magra non sei di certo bellissima...ma ti piaci così..hai una tua identità e nel tuo star male stai bene perchè comunque sopravvivi, perchè riesci a lavorare e vivere lo stesso..poi magari l'aiuto di uno psicologo e un'antidepressivo ti alzano la soglia di sopportazione e riesci ad essere anche serena...questo è il mio vivere...e non lo dico triste...credo solo che non si possa possa guarire...diventa parte di te...il tuo modo di vivere..e impari solo quali sono i tuoi limiti per non crollare fisicamente...però continui a vivere..

Penny di "Il mondo in due Penny" ha detto...

Sai Mary.... mi sono fermata a leggere, ma non superficialmente, una scorsa e via.... no.... per ben tre volte ho voluto rileggere il tuo commento, per assimilarlo appieno, per ben comprendere quello che scrivi, per non fraintendere il tuo pensiero... Devo dire che se da una parte continuo a non capire perchè una persona possa sentirsi bene con solo la pelle sulle ossa, dall'altra comunque ammiro te che sei riuscita a trovare, sicuramente molto faticosamente, il tuo giusto equilibrio per sopravvivere. Eh sì, perchè di giovani che hanno lasciato questo mondo lasciandosi morire per non alimentarsi, ce ne sono state (e purtroppo ce ne saranno ancora!) fin troppe... riuscire a convivere con questo problema è gia comunque un vivere, il tuo primo passo lo hai fatto, magari anche con l'aiuto dello psicologo e dell'antidepressivo, ma è comunque un modo per riuscire a rimanere attaccati alla vita. Spero sinceramente di rileggerti.... mi ha fatto davvero contenta il tuo commento. A presto

Se ti va di lasciare una traccia del tuo passaggio, questo è il posto giusto!

Firmate il nostro libro degli amici.... ne saremo davvero contente

Articoli correlati

Blog Widget by LinkWithin